Htgawm: Considerazioni e Riflessioni sul Finale di Serie

Eccoci qua ragazzi, questo è l’ultimo scritto. Nel bene o nel male anche questa serie si è conclusa. Ricordo ancora bene come è iniziato questo viaggio. Anni fa, Netflix mi inviò una notifica: Ci sono nuovi episodi de “Le regole del delitto perfetto”. Voleva dirmi che era stata appena caricata la seconda stagione. 

Presa dalla curiosità di vedere Viola Davis fare la parte di un potente avvocato (l’avevo vista solo in The Help e l’ho adorata) iniziai a divorare episodio dopo episodio.

Htgawm è una di quelle serie fatta per lasciarti col fiato sospeso, così la mia paura era che anche il finale ci avrebbe lasciati così. Ma Shonda ha saputo sorprendermi. Non sono felicissima di ogni cosa e per quanto so che questa non è una serie da principesse Disney alcune cose mi hanno fatto male comunque.

Ho odiato vedere Bonnie e Frank morire. Loro non mi piacevano insieme, ma separati, come amici funzionavano. Ciascuno di loro portava un bagaglio pesante, difficile da trascinare pieno di marciume, marciume che hanno dovuto ingoiare sin da bambini. Avrei voluto vederli felici, sostenere le loro famiglie future e sostenersi a vicenda come due fratelli.

Mi sono chiesta dove fosse Tee al funerale di Annalise, anche se c’è un qualcosa di poetico in un primo amore che anni dopo ti ricorda con così tanta dolcezza. Sono comunque felice di aver visto i Coliver insieme perchè se solo me li avessero tolti avrei fatto la pazza.

Ma soprattutto sono felice di sapere che Wes non sia magicamente resuscitato, altrimenti la serie in un baleno avrebbe perso tutta quella credibilità che un po’ stava comunque via via cedendo nelle ultime stagioni. La scelta di utilizzare lo stesso attore per interpretare il figlio è a mio avviso di un trash tremendo, considerando il fatto che sicuramente gli autori abbiano voluto sfotterci e farci arrovellare con ventimila teorie.

Ho ammirato Connor, perchè il suo personaggio è cresciuto tantissimo nel corso di queste sei stagioni. Ho apprezzato un po’ meno Miki, anche se non posso comprendere a fondo le sue ragioni. E Nate? Dio lo benedica. Perchè prima era il mio personaggio preferito e poi si è lentamente trasformato in un soggetto petulante che stava un tantino scadendo. Salvato in calcio d’angolo.

Più di ogni altrà cosa però, vorrei ringraziare Viola Davis per aver dato il volto a questo magnifico personaggio. Un personaggio controverso, a tratti irrashibile, ma immenso, in tutto il suo splendore. Grazie Annalise, ora si che sappiamo come scansarci una condanna per omicidio!

Mi prendo un attimo di pausa da tutti questi cuoricini per ridere di una cosa. I look dei ragazzi. Eddai su. Ma che c’hanno centottant’anni? Laurel c’ha più soldi che dignità, una tinta poteva farsela. Sembra abbiano tutti la stessa età di Eve. Io boh.

Nella speranza di non avervi annoiati con tutto questo vomitare arcobaleni, vi saluto e vi chiedo di seguirci su  Serialize e lasciate un like anche alle nostre pagine amicheHOUSE OF TELEFILM – La casa delle Serie Tv e degli SpoilerSerie Tv NewsLa tana del Nerd OfficialHow to get away with FandomsL’angolo delle Serie TV FastSubita e sul gruppo dedicato ad Htgawm

Autore dell'articolo: Cherry95

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *