CHICAGO FIRE 8×16 – Una famiglia da cui tornare

In questa puntata di Chicago Fire c’è molta tensione alla 51 a causa della dieta obbligata di Boden e del litigio tra Casey e Severide. L’importante è sapere che in caso di bisogno la caserma 51 è sempre una famiglia da cui tornare.

Amici come prima

Le squadre rispondo ad una chiamata di soccorso recuperando una macchina dal lago, ma all’interno non c’è nessuno. Severide è pronto a mettersi la muta ma Casey gli ordina severamente di non farlo.

Matt ora non si toglie il pensiero della vittima, Lisa Burke e ne parla con Sylvie (ma la tenerezza). Lisa in carne ed ossa si presenta alla 51. Rivela che alla guida della macchina c’era il suo fidanzato Gary. La donna appare molto delusa che non sia stato ritrovato nessun corpo. Casey ne parla con Severide, ma lui ancora offeso, lo liquida. La poliziotta comunica a Matt che l’incidente in realtà potrebbe essere omicidio. Lisa torna da Matt e racconta la verità: Gary è un truffatore e dopo averle chiesto di sposarlo le ha prosciugato il conto in banca. Matt riesce a trovare Gary, o qualsiasi sia il suo nome, scopriamo così che ha un figlio e una moglie. Stella, Kelly e Matt concludono la loro serata riappacificati con una bella cena.

Una famiglia da cui tornare

Lily, la ex di Otis, arriva alla caserma 51 e viene accolta a braccia aperte. Si scusa con Hermann per aver venduto il Molly’s North ma quel luogo gli ricordava troppo Brian (piangoooo). I due vanno a vedere un locale, l’affitto è molto alto, Hermann cerca di contrattare ma l’agente immobiliare non cede. Dice a Mouch che investirà nell’attività della ragazza ma Cindy fa capire al merito che la famiglia non si può permettere questa spesa. Quando Hermann lo comunica a Lily, la ragazza gli dice che non gli importa del luogo, gli importa solo che lui ci sia perché secondo i racconti di Otis non esiste mentore migliore (PIANGOOO). La 51 è una famiglia e ci sarà sempre una famiglia da cui tornare.

La madre ritrovata

Sylvie è al bar con Julie, la sua madre biologica. Ora che la donna è tornata nella sua vita vuole sapere tutto della figlia. Brett rivela a Matt (ma quanto siete belli?!?!?) la paura di farsi coinvolgere troppo e di rimanere ferita un’altra volta.

Una sera le due sono al Molly’s, Julie conosce Matt ma poi accusa dolori e viene portata all’ospedale. Si è trattato di false contrazioni. Julie rivela che lei e Scott, il compagno, si trasferiranno a Chicago e Sylvie non può che essere felice. Speriamo che questa felicità duri!

Una dieta da… pazzi!

Il capitano Boden è teso come una corda di violino perché… Donna l’ha messo a dieta (ahahah rido troppo, Wallace un po’ meno).

Gallo e Ritter sono disperati perché ora dovranno cucinare un pasto speciale per il capitano ma Stella si offre di andare a parlargli: risultato, decide di fare la dieta con lui per aiutarlo. AHAHAHA, RIDO TROPPO.

Così ora anche Stella diventa super scontrosa con tutti. La situazione è sempre più comica e Gallo e Ritter non sanno più cosa fare, dovendo cucinare non più uno ma due diete speciali. Boden sgarra, Stella lo scopre e si adegua: della serie, insieme fino alla fine.

Voto episodio: 7. La giusta dose di commozione grazie a Lily e il ricordo di Otis e di risate per la dieta di Boden e Stella.

Personaggio TOP:

  • Matt. Sono sicura che la decisione che ha preso su Kelly, anche se dura, era quella giusta.
  •  Hermann. La sua dolcezza nei confronti di Lily, che è come una figlia, è immensa.

Personaggio DOWN: nessuno.

Cari ChiHards vi informo che i Onechicago si prenderanno l’ennesima pausa (oh santa pace!). Non andranno in onda questa settimana negli Usa. Ritorneranno il 18 marzo con i nuovi episodi. As usual, non ci resta che attendere.

Non dimenticate di passare dalla nostra pagina Facebook di ¡Serialize. Passate anche dalle pagine affiliate Chicago Fire, Med, PD e Justice ItaliaOneChicagoDaily, House of Telefilm – La casa delle serie tv e degli spoiler e Serie Tv News.

Autore dell'articolo: AliBoba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *